Sandra Stoles
WORKSHOP 1: Incarnazione (immagini della pelle) e ritratti di famiglia
 

WORKSHOP 2: Progettazione di figure di filo "Io..." 

press to zoom

press to zoom

press to zoom

press to zoom
1/15
sandra-stolle.jpg

officina 1  

Incarnato (immagini della pelle) e ritratti di famiglia

Destinatari: Bambini dai 3 ai 5 anni con genitori o nonni  

Ritratti incarnati (immagini della pelle) e collage  

 

Obiettivi di apprendimento:  

Umano - Io e il mio ambiente

formazione della percezione

sfumando i toni della pelle  

Crea autoritratto

 

metodologia e didattica

1° passaggio: il soggetto delle persone in primo piano

Introduzione all'argomento a seconda della fascia di età:

Bambini: Raccontare/leggere una storia (es. il piccolo io sono, in qualche modo diverso  

2° passo: osservazione reciproca più ravvicinata e realizzazione di piccoli schizzi. Trattare con l'essere umano come controparte. Osservando/osservando da vicino i toni della pelle. Suscitare interesse per gli altri nel gruppo. Domande centrali: come sono visto, come vedo ciò che mi circonda.  

3a fase: studio più approfondito del tema della pelle. Che tonalità di pelle ci sono? Come puoi dipingerli? Come mescoli il colore della pelle?  

4a fase: dipingere le immagini della pelle; nessuna restrizione al tono della tua pelle, ma prova "come faccio a guardare con un colore della pelle diverso" attraverso autoritratti con pellicola.

Lo schizzo può essere trasferito più volte su un foglio e lo sfondo può essere dipinto in diversi colori.  

Passaggio 5: visualizzare le immagini insieme e discutere di come queste immagini influiscono sull'individuo. Come abbiamo fatto a dipingere?

6° passo/conclusione: Creazione di un'immagine collage assemblando le immagini su una parete per formare un'immagine di gruppo di grandi dimensioni.  

officina 2  

Realizzare figure di filo "Io..."  

Gruppo target: bambini dai 6 anni  

 

metodologia e didattica  

1° passo:  Introduzione all'argomento

Mostra esempi dalla storia dell'arte  

2° passo: osservazione reciproca più ravvicinata e realizzazione di piccoli schizzi. Trattare con l'essere umano come controparte. Osservazione/osservazione esatta del corpo (dimensione, forma, ecc.). Suscitare interesse per gli altri nel gruppo. Domande centrali: come sono visto, come vedo ciò che mi circonda.  

3° passo: Affrontare il tema della pelle. Che tonalità di pelle ci sono? Come puoi dipingerli? Come mescoli il colore della pelle?

4a fase: i bambini dovrebbero creare i propri oggetti a forma di filo metallico  make La tecnica è spiegata.

Sandra Stolle è una consulente creativa e arteterapeuta a Monaco di Baviera. Dal 2016 è protagonista  Unterendling il laboratorio di fantasia per bambini.

Maggiori informazioni su  www.sandrastolle.de