DANIELA KAMMERER

PELLE INTORNO AL CERVELLO

Un progetto artistico dell'artista, viaggiatore, ricercatore e costruttore di ponti

Nel corso di un anno intero, l'artista Daniela Kammerer ha viaggiato attraverso otto villaggi e città europee. Otto volte ha aperto il suo studio mobile ai residenti e ai visitatori di questi luoghi, li ha invitati a dialogare, li ha interrogati, si è presa tempo e li ha ritratti. Per lei, l'attenzione non era sull'aspetto esterno dei suoi visitatori, non sulla riproduzione realistica del colore degli occhi, della forma della bocca e delle dimensioni delle orecchie come un ritratto, ma sull'affermazione del viso sulla persona, sulla sua aura, sulla sua famiglia e sull'origine, le loro tracce nell'espressione del ritratto. Ricercando e palpeggiando, si è avvicinata ai suoi interlocutori, ha inserito nel quadro le sue domande e le risposte che ne derivano, le persone e i loro paesaggi interiori ed esteriori, creando così ritratti che vanno oltre la visione quotidiana, la superficie familiare, nella profondità della natura del ritratto.

 

Le storie raccontate dalle persone ritratte hanno determinato lo stile del pennello, la scelta enfatica dei colori, la rara comparsa di cani, gatti e altri esseri umani sullo sfondo. La luce ei colori della campagna circostante giocano un ruolo. Solo quando l'anatomia e il fisico, il carisma, il sorriso, la narrazione sono pienamente catturati, l'astrazione espressiva diventa un ritratto che va oltre l'istantanea del momento e include la vita e il paese dei luoghi.  

 

I 240 ritratti hanno nel titolo delle abbreviazioni che indicano il luogo di provenienza. Il viaggio continua il prossimo anno verso Gerusalemme, Corea del Sud, Africa, America e Romania.

 

"Daniela Kammerer ama anche ritrarre le situazioni che incontra con le persone nella vita di tutti i giorni e si rende conto che i desideri e le esigenze di tutti sono simili".  Fritz Effenberger

press to zoom

press to zoom

press to zoom

press to zoom
1/19