Beppe Mora
GoMora

cartoni animati

press to zoom

press to zoom

press to zoom
1/3
Massimo Fiorito 2019-2576.jpg

"Per la mostra collettiva IDENTITIES presento uno stralcio del mio lavoro quotidiano per un quotidiano italiano. Commento  Società e politica, l'aspetto grottesco della quotidianità, satirico. L'ingrandimento e l'ulteriore applicato  interventi espressionisti, danno ulteriore forza ai disegni originali."

Beppe Mora

riprendere  

Beppe Mora è artista, caricaturista, grafico e scrittore satirico. Beppe Mora ha compiuto gli studi all'ISIA di Urbino sotto la guida di Alfred Hoenegger e Michele Provinciali.

Nel 1986 entra a far parte della selezione internazionale di illustratori per bambini alla Fiera del Libro di Bologna. La mostra si è spostata a Nishinomija (Giappone) e successivamente alla Biennale degli Illustratori di Barcellona (Spagna).

Come illustratore freelance, ha ideato la campagna pubblicitaria "Guida d'Italia", cliente Hertz Italia, insieme ad Ata Tonic, Roma.

A Parigi, in collaborazione con Atelier Stil Marque, contribuisce alla realizzazione del nuovo packaging per “Vittel eau mineral”.

Inizia la sua lunga collaborazione come art director presso l'agenzia Parenthesi, che gli valse due importanti riconoscimenti: 1995 "Premio Pubblicità & Successo" per la campagna "Veneta Cucine", 1996 "Premio Pubblicità & Successo" per la campagna "Visibilia occhiali".

Ha curato l'immagine a: Aprilia (prodotto e Motomondiale), Moto Guzzi, Gruppo De Rigo occhiali, Fiorucci, Moncler e Seventy.

Ha iniziato la sua fulminea ascesa nel mondo della satira nei primi anni '90. La sua storica collaborazione con la rivista "Cuore" lo ha portato a diventare Art Director per il restyling grafico e la gestione del supplemento "Alboom" completamente disegnato presso la redazione di Milano.

Diventa autore per la rivista "Comix", mentre per lo stesso gruppo editoriale disegna la locandina del primo live di Daniele Luttazzi "Va dove ti porta il clito" oltre a numerose copertine di libri.

Nel 1996 la Galleria Quadragono di Conegliano, con la mostra "I quattro catoni", rende omaggio agli autori della satira italiana, Altan e Giuliano tra i veterani, Beppe Mora e Gipi come le due firme del momento.

Altre collaborazioni sono con "Clandestino", "Boxer", "Linus", fumettista per "l'Unità" per tre anni e illustratore di "Fotostorica".

Nella sala Mu di Vittorio Veneto, Vittorio Veneto riunisce i migliori nomi tra i giovani autori di "Cuore": Marfagno, Romani, Gipi, Cavaliere, oltre a lui, in una mostra dal titolo "Non male la pena".

Nel 1998 pubblica per Feltrinelli "Apocalisse no!", un racconto fantastico scritto e disegnato da lui stesso.

A Fano partecipa alla collettiva dei migliori autori satirici nazionali dal titolo "Malcostume mezzo gaudio".

https://www.facebook.com/beppe.mora.7